Come reclutare Co-Founder in uno Startup Studio

July 1, 2021

Perché reclutare co-founder per la tua Startup, come farlo e cosa cercare: ecco i nostri consigli in questo articolo.

Tra le tante cose che deve saper fare uno Startup Studio, sul podio dei requisiti c’è la capacità di reclutare Co-Founder adatti per le proprie Startup. Il recruitment ha un posto di primo piano nei futuri successi. Sai quando si dice, Pensa se ci fossimo incontrati un anno fa, quante cose avremmo fatto? Ecco, questo in uno Startup Studio non si dovrebbe mai sentire. Soprattutto ora che sai come validare un’idea secondo Hurwitz e secondo Freeman.

Senza la sua katana un samurai in battaglia è nulla.. Senza i suoi compagni, non c’è la battaglia da LA BUSHIDŌ SECONDO MAMAZEN

Perché i co-founder per uno Startup Studio

Come dice la nostra Bushidō, i compagni contano tantissimo nel tuo percorso. E sebbene i co-founder non riguardano lo Studio nel suo complesso ma una specifica Startup, non per questo sono meno decisivi. Un co-founder sbagliato alza esponenzialmente il rischio di fallimento. Dopotutto, guida una delle tue neonate Startup.

Non ci sono piazze, uffici o canali precisi su cui fare recruitment di tali figure. Né ti arriveranno curricula di persone che diranno: Ciao, sono Luca e co-fondo Startup. Ti arriveranno solo se ti muoverai nei modi giusti. Presidiando canali e strumenti idonei, sondando il terreno. Comunicando bene. Collezionando successi.

Una volta che disponi di alcuni profili (o anche prima, fidati), poniti queste domande.

  1. Sto cercando una persona che sia capace di fare business, sia un’esperta del prodotto-servizio che verrà creato, oppure nel settore nel quale la startup verrà costruita?
  2. Necessito di un “veterano” nella creazione di aziende o di una persona esperta del settore che abbia lavorato in ecosistemi ad alto tasso di crescita?
  3. È fondamentale testare questa persona prima di affidarle la Startup?

Come reclutare Co-Founder per la tua Startup: cosa fare?

Ci sono un sacco di Ronin sparsi per l’Impero. Siamo sicuri che siano ancora tutti guerrieri onorevoli? Porteranno armature come voi, katane dello stesso fabbro nero, cavalcheranno al vostro fianco da LA BUSHIDŌ SECONDO MAMAZEN

Il Co-Founder è un tuo partner, un tuo collaboratore stretto. Non è un dipendente dello Startup Studio. Avrai bisogno di una persona fidata, con la quale tu possa trovarti bene sia a livello lavorativo sia a livello umano per poter proseguire serenamente il percorso di costruzione e crescita della Startup.

Ovviamente, come già detto, la fama e il successo dello Startup Studio rendono più facile la ricerca di Co-Founder; se invece sei appena nato e il track record non segnala ancora Exit importanti sarà improbabile avere folle di Co-Founder desiderose di affiancarti in una nuova battaglia.

Ecco alcuni nostri consigli da older brother su come reclutare i Co-Founder:

  • Sii chiaro su quello di cui hai bisogno
  • Spiega bene lo stato dell’idea-azienda
  • Quali sono i traguardi a breve termine che ti aspetti
  • Conosci gli obiettivi e le necessità del Co-Founder
  • Definite insieme obiettivi e milestone così da allinearvi fin da subito (come lo sono Studio, team e investitori)
  • Ma soprattutto: seducilo, convincilo, persuadilo. Lui/lei dev’essere il prim* a sostenere la visione e la missione della Startup. Non è un tuo dipendente, ricordalo! È imprenditore.

Come vedi non sono regole precisissime. L’empatia sicuramente aiuta a capire chi hai davanti. Non pensarlo come un nemico, perché sarà il tuo primo alleato. In poche parole devi scegliere il Samurai che vorresti al tuo fianco in una guerra.

Lo Startup Studio Builders ha individuato alcune condizioni che uno Startup Studio dovrebbe offrire a un futuro Co-Founder al fine di ricevere in cambio le performance ricercate. Il ragionamento è molto semplice: se si offrono condizioni allettanti sarà inevitabile vedere farsi avanti persone valide. Vediamo insieme queste condizioni:

  1. Assumere nello Startup Studio Founder che sappiano già come gestire startup e scaleup. Questo creerà un ambiente dinamico e fertile
  2. Offrire flessibilità per permettere al Co-Founder di concentrarsi sulle cose che contano invece di perdere tempo su attività di secondaria importanza
  3. Garantire finanziamenti per la fase iniziale dello sviluppo dell’impresa
  4. Un team di persone competenti e appassionate.
  5. Offrire un compenso e una quota di Equity significativa
  6. Supporto operativo e pratico dal team dello Studio
  7. Una rete di advisor esperti
  8. Supporto costante per le attività di reclutamento, amministrazione e finanza.

Come reclutare Co-Founder per la tua Startup: cosa cercare in lui

Non fatevi ammaliare dalla lama più lucente: non è da quello che si giudica la miglior katana. Non è l’abbaglio che fa il Ronin da LA BUSHIDŌ SECONDO MAMAZEN

Fino ad ora abbiamo parlato di cosa devi fare tu, ora invece è il momento di soffermarci su loro. Quali caratteristiche dovrebbe avere un buon Co-Founder per la tua Startup?

Nemmeno qui ci sono regole scritte nel ferro. Quindi le opinioni di  Alex Malexi, Managing Director di Idealab, sono piuttosto preziose. Per lui, un Co-Founder...

  1. Deve avere bene in testa il team di cui avrà bisogno per sviluppare e far crescere la startup che andrà a gestire. Questo è fondamentale per convogliare efficacemente l’effort nel recruitment di figure che siano realmente utili al progetto.
  2. Deve saper gestire un gruppo di persone. Non basta reclutare i talenti necessari, è di vitale importanza essere un buon leader. Una gestione ottimale dei rapporti interpersonali è fondamentale: se le persone vivono male nella sua startup se ne andranno. C’è ben poco da fare.
  3. Deve saper raccontare storie. In questi anni si sta confermando sempre più l’importanza dello storytelling per convincere gli stakeholder  (siano essi i talenti, i clienti, gli investitori, etc.) a credere o investire nel progetto. Un Co-Founder con un’ottima inventiva e dialettica può tornare molto utile.
  4. Deve saper organizzare e gestire un fundraising. Sarà necessario batter cassa più volte per trovare nuovi fondi con cui mandare avanti il progetto.
  5. Deve possedere un ampio network. I contatti nella vita sono tutto, ecco perché un CoFounder con una fornita rubrica telefonica è fondamentale se si vuole lanciare una nuova idea.
  6. Ultimo ma non ultimo, deve avere passione per il progetto che porta avanti e dedizione verso gli impegni presi con lo Startup Studio, con il proprio team, con gli investitori. Non c’è cosa peggiore di chi si sottrae alle proprie responsabilità o non mette passione in quanto fa.

Quelli di IdeaLab non sono gli unici consigli che puoi spulciare. Qui trovi quelli di eFounders. È necessario:

  1. Avere ambizione per portare un nuovo prodotto sul mercato e trasformarlo in un’azienda all’avanguardia e in rapida crescita
  2. Possedere una visione a lungo termine e capacità di comunicarla ai futuri membri del team, agli investitori e a tutti i soggetti interessati nel processo
  3. Avere piena conoscenza del prodotto così da poter metter mano al processo di sviluppo e distribuzione
  4. Forte spirito di innovazione e competenza industriale per reinventare l’intero settore attraverso nuove tecnologie e nuovi processi
  5. Ottima conoscenza delle lingue (inglese soprattutto). Il proprio mercato autoctono non è certo l’unico. Il CoFounder deve saper comunicare con possibili stakeholder esteri.
  6. Possedere un network verticale al mercato in cui inserirsi o orizzontale per quanto riguarda le pubbliche relazioni.

Infine, giungono in tuo aiuto le qualità che Builders ricerca nei suoi Co-Founder:

  1. Passione per l’imprenditoria
  2. Buona conoscenza delle startup e del loro ecosistema
  3. Essere un problem solver, un pensatore strategico proattivo e pragmatico
  4. Essere uno stratega che sa ideare, creare, implementare e delegare quando necessario
  5. Essere a proprio agio con manager, soci e consiglio di amministrazione
  6. Aver già gestito una squadra e sapere come far crescere e migliorare le persone al suo interno
  7. Inglese fluente
  8. Oltre 5 anni di esperienza professionale
  9. Profilo manageriale in scaleup e/o startup possibilmente con esposizione internazionale.

Questi sono piccoli elenchi per l’uomo, ma dei giganteschi balzi per la startup. E per continuare a farla crescere, ti sarà d’aiuto qualche nozione sull’equity split. Non sai cosa sia? Hai la soluzione a portata di click.

Ora sai come reclutare un Co-Founder!

Questi consigli ti saranno certamente utili per il futuro. Tienili a mente e ricordati: fidati del tuo sesto-senso ma non troppo, ci sono alcune prerogative che proprio non si possono non avere per fare gli imprenditori!

E tu che CoFounder sei? Mentre leggevi ti sentivi il CoFounder perfetto? Se la risposta è no, allora non cliccare, altrimenti...

Quando si comincia?
Voglio Candidarmi
When do we get started?
Become a Founder

Blog

Link to the english version of the pageLink to the italian version of the page
Link to the english version of the pageLink to the italian version of the page