Approccio al mercato di uno Startup Studio

May 31, 2021

Come funziona l’approccio al mercato di uno Startup Studio? Ecco spiegati i diversi modelli.

Abbiamo già citato più volte l'approccio al mercato. Ora ti raccontiamo di cosa si tratta. Se però sei un tipo preciso e vuoi partire dall’inizio, con ordine, questi sono gli articoli precedenti: ecco l’introduzione, ecco quello sulla storia, qui le tipologie, qui le differenze fra Studio, Acceleratore e Incubatore.

Ma torniamo a noi.

Che cos’è l’approccio al mercato di uno Startup Studio?

Non ci sono calcoli da fare o formule da risolvere, e neppure aperitivi da offrire (a meno che tu non voglia fare team building o P.R. ma quello è un altro discorso). L’approccio consiste nell’organizzare investimenti e strategie all’interno del mercato e può essere verticale oppure opportunity based.

Approccio Verticale

Qui uno Startup Studio attua una “verticalizzazione”, si specializza quindi e sempre più in un determinato settore (proptech, blockchain, foodtech, etc.); oppure segue un preciso modello di business (marketplace, e-commerce, etc.); oppure sceglie la tipologia di target (B2C, B2B, Direct to consumer, B2B2C).

Se uno Studio verticalizza nel settore, accresce la sua conoscenza in un campo fino a diventare un esperto a 360°. Diventa un guru nel settore del food, ad esempio. Se si verticalizza in un modello di business, acquisisce l’esperienza per utilizzare al meglio tutti gli strumenti che lo riguardano. Può diventare un guru dell’e-commerce per esempio.

Verticalizzare infine su un target comporta la facilità di recuperare clienti e utenti in futuro, per nuovi progetti.

«Il fabbro nero dell’Impero forgiava solo il metallo che sarebbe diventato lama. Sottile come una foglia forte quanto il metallo stesso. Null’altro usciva dalla sua fucina. Nemmeno un semplice chiodo» da LA BUSHIDŌ SECONDO MAMAZEN

Gli Startup Studio verticali sono così. Come quelli che in classe sapevano tutto di matematica, e poi scrivevano squola nel tema scritto.

Approccio Opportunity based

Senza inglesismi superflui, l’opportunity based è fondato sulle opportunità. Di cosa? Del mercato, ovviamente. Quando le cose sono due, spesso c’è dualismo: se l’approccio di prima era verticale, questo potrebbe essere definito orizzontale. E guarda al mercato senza nessuna altra predilezione particolare se non scovare l’opportunità migliore. Lo Startup Studio osserva i trend, sceglie, quindi cerca di attrarre talenti e imprenditori per lanciare un business su settori diversi ma che possono offrire un ottimo ritorno economico.

«Il fabbro bianco dell’Impero forgiava invece qualsiasi cosa. Nei suoi secchi d’acqua non aveva raffreddato solo le katane come il fabbro nero, ma utensili di ogni forma e dimensione, persino gli orecchini per la moglie, persino il dente che un samurai aveva perso in un combattimento» da LA BUSHIDŌ SECONDO MAMAZEN

Gli Studio opportunity based sono fabbri bianchi. E ricordano quelli che in classe sapevano un po’ di tutte le materie, non scrivevano squola, come non sapevano risolvere le equazioni di Navier-Stokes.

Esempi? IdeaLab costruisce Startup spaziando dalla blockchain al food passando per la green mobility; AntaiVB  è lo Studio O-B che ha co-fondato Glovo. Ora che sai quale sia l’approccio al mercato, dovresti conoscere i benefici dello Startup Studio Model.

Mamazen è in continua evoluzione. Dopo essere stati i primi ad importare il modello dello Startup Studio in Italia, ora vogliamo fare di più. Vogliamo portare una nuova ondata di cambiamento nel mondo delle startup. Per questo abbiamo integrato il modello dello Studio con il Dual Entity Model, che riduce in modo significativo il rischio di noi investitori.  

Le nostre porte sono aperte a nuovi partner, nuovi compagni di viaggio, sognatori instancabili, curiosi affamati di novità.
Vuoi saperne di più?

Quando si comincia?
Voglio Candidarmi
When do we get started?
Become a Founder

Blog

Link to the english version of the pageLink to the italian version of the page
Link to the english version of the pageLink to the italian version of the page